UNCAI e Confagri in sinergia


Collaborazione sempre più attiva tra le due associazioni: rinnovamento organizzativo e agritech gli obiettivi condivisi

Roma, 25 giugno ‘21Il numero di giugno di Mondo agricolo, il periodico di Confagricoltura, dedica un ampio articolo alla collaborazione tra Confagricoltura e Uncai (Unione Nazionale Contoterzisti), avviata nel 2013 e rinnovata nei giorni scorsi. In questi anni, si legge sul mensile, sono nate, anche grazie al sostegno di Confagri, diverse associazioni locali di contoterzisti in Piemonte, Umbria, Puglia, Campania, Basilicata e Lazio, che si sono aggiunte a quelle di antica data in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. L’obiettivo delle due associazioni è proseguire nella stessa direzione, con lo sguardo rivolto ai territori.

Stiamo lavorando attivamente sotto il profilo organizzativo - evidenzia Donato Rossi, delegato della giunta confederale per i rapporti tra i due organismi -. L’intento è di creare e rafforzare il rapporto sinergico tra le strutture territoriali di Confagricoltura e di Uncai, nell’interesse dei reciproci associati. Irrobustire l’interazione e l'integrazione tra contoterzisti e agricoltori è fondamentale per la sostenibilità economica delle aziende e per la programmazione degli investimenti”.

Quando Confagricoltura e Uncai avviarono la collaborazione solo l’1% della superficie agricola italiana era coltivata con gli strumenti dell’agricoltura di precisione. Dopo otto anni - secondo le stime dell’Osservatorio Smart AgriFood - la percentuale si è alzata al 4%. Soprattutto, però, oggi non si parla più solo di agricoltura di precisione, dal momento che si è fatta rapidamente strada anche l’agricoltura 4.0, con una cassetta degli attrezzi digitale che richiede competenze agricole ed agromeccaniche sempre più avanzate. Per questo la road map della collaborazione di Confagricoltura e Uncai passa dallo sviluppo associativo, ma punta pure ad attualizzare il volto dell’agricoltura nel segno delle nuove tecnologie, delle competenze necessarie per praticarle e di una professionalità agromeccanica che si muova sempre in piena sintonia con gli agricoltori e la società.

Agricoltori e contoterzisti lavorano fianco a fianco per produrre di più con meno risorse e per rendere più competitiva l’agricoltura italiana - spiega il presidente di Uncai Aproniano Tassinari nell’articolo, sottolineando la complementarietà delle due categorie -. Il loro stare insieme nasce anche e soprattutto dalla necessità di essere coautori di un nuovo patto tra agricoltura e società, ben rappresentato dal Green Deal europeo e dalla strategia Farm2Fork”.

Confagricoltura - ha osservato il suo direttore generale Francesco Postorino - ritiene fondamentale un'alleanza sempre più strutturata tra agricoltori e contoterzisti. Le aziende hanno necessità di avere risposte puntuali alla crescente domanda di prodotti incrementati in quantità, qualità e sostenibilità; un’esigenza imprenditoriale che può e deve essere soddisfatta con l’agritech”.

NELLA FOTO
Da sinistra Francesco Postorino, Aproniano Tassinari e Donato Rossi



Data pubblicazione

25-06-2021

Allegati



Torna alla lista delle comunicazioni

Diventa socio
di UNCAI

Normative e
documenti

Link Utili
e portali

Partners e
convenzioni

Vai a
Confagricoltura

Previsioni
Meteo

L'Accademia
risponde

Entra nella
Gallery

Magazine
UNCAI

Partners